Appunti di Viaggio…

18/10/2016
SGUARDI…E TRAGUARDI.

Eccolo…eccolo qua il primo snodo della stagione. C’è stata sorpresa nelle prime settimane di palestra,  nella disponibilità dei ragazzi, nella loro attenzione e nella loro voglia di lavorare. Si era visto subito, ma la sorpresa è stata la continuità. Ora si può fare il punto della situazione e si possono tirare le prime somme. Il campionato comincia ad avvicinarsi ed è ora di lavorare di fino e dare ad ogni componente della squadra gli strumenti adatti per esserne una parte significativa, che sia un “veterano” o che sia un “rookie”. Lo staff tecnico nella persona dei 2 coach, in sintonia con il direttivo di Pallacanestro Laveno ha così ragionato in concreto e posato lo sguardo su una opportunità da cogliere: l’affinamento delle competenze. Termini eccessivamente tecnici o teorici? No! Semplicemente ciò che segue: tre allenamenti settimanali, come ora; uno senza nulla modificare, la chimica di squadra deve sempre essere sollecitata. Gli altri due con il gruppo di “veterani” da una parte a lavorare su un percorso che possa creare un’amalgama di squadra che costituisca una base solida di gioco, e dall’altra il gruppo di “rookies” (o ultimi arrivi) a consolidare la crescita già molto positiva finora espressa al fine di poter rappresentare un tassello rilevante del gruppo. Sfrutteremo entrambe le palestre a disposizione per riuscire a dare ad ognuno quegli strumenti di cui qua sopra si parlava, la duttilità e la capacità di adattamento di questi ragazzi, dopo alcuni sguardi per capirne le esigenze, può portare a traguardi ambiziosi da perseguire, come quello di un gruppo dove ognuno possa essere parte integrante del progetto “under 13 Pallacanestro Laveno”

29/09/2016
U13: CONSIDERAZIONI…AL SECONDO SGUARDO

Sta per chiudersi il primo mese di preparazione del gruppo Under 13 ed è tempo di dare un primo sommario sguardo a questa nuova avventura. Cominciamo ad entrare di soppiatto in palestra per capire cosa sta succedendo ad una quindicina di ragazzini catapultati dal minibasket al settore giovanile. La prima cosa che si nota è la presenza di 2 coach, oltre a ​​Matteo, che ha guidato i ragazzi lo scorso anno,  troviamo a dirigere questa banda di scombinati anche Roberto. Pare proprio che il connubio abbia avuto il gradimento della squadra, e contemporaneamente pare anche che il gruppo abbia dato buoni riscontri al nuovo coach e impressione di continuità a chi già li conosceva. Al momento sembra che l’attenzione che si vede sul parquet sia continua, e l’alternanza di momenti di buona concentrazione con qualche pausa goliardica porti tutti a lavorare con dedizione ma senza accusare fatica. Accompagniamo dunque nel suo percorso questo buon gruppo che presto potrebbe sbocciare in “embrione di squadra” e sembra saper lavorare a fondo divertendosi. La marcia in più per loro potrebbe arrivare proprio da chi gli corre a fianco fuori dal parquet, non perdiamo l’occasione, gratifichiamo il loro impegno sostenendoli sempre.